The Great Gig In the Sky !! Clare Torry.

Il famoso brano dei Pink Floyd The Great Gig in the Sky, giudicato tra i migliori di tutti i tempi, contenuto nell'album The Dark Side of the Moon, pubblicato nel 1973, vide una meravigliosa interpretazione vocale di una cantante di cui da sempre si sa pochissimo.

La parte vocale di quel brano fu cantato da Clare Torry una vocalist britannica nata a Londra nel 1947.

La Torry non ebbe una carriera importantissima né prima né dopo la sua famosa interpretazione. La sua partecipazione arrivò per caso quando l'allora ingegnere dei suoni dei Pink Floyd, Alan Parsons, la propose per cantare nel pezzo scritto da Richard Wright.

Vediamo cosa ha raccontato la stessa Torry in una intervista che diede circa tre anni dopo la registrazione :

"Il 21 gennaio del 1973 venni invitata allo studio 3 di Abbey Road. A malapena avevo sentito parlare dei Pink Floyd . La canzone che dovevo eseguire si sarebbe chiamata The Great Gig in the Sky e l'album - forse - The Dark Side of the Moon. La band mi fece sentire questa sequenza scritta da Wright."

In un primo momento sembra che la Torry abbia improvvisato il brano con qualche parola tipo yeah e baby, nel modo Gospel.

La band, però gli disse, di "Non cantare Nulla", "Improvvisa".

La Torry continua "Era domenica e presi paga doppia: per tre ore di lavoro 30 sterline [...]". Gli sembrò di aver fatto una brutta figura e pensò che quell'album non sarebbe mai uscito.

Questo è quello che racconta Dave Gilmour della sua partecipazione al disco: "Clare non sembrava proprio una del giro. Fu una idea di Alan Parson. Volevamo mettere una voce femminile nel brano, che urlasse come durante un orgasmo. Alan aveva lavorato con lei, quindi le demmo una chanche. E fu Fantastica ! Dovemmo incoraggiarla un po' e darle qualche suggerimento sulla dinamica del suono del tipo: "forse dovresti fare questo pezzo più tranquillo e quest'altro più alto"... registrammo sei o sette volte e poi scegliemmo la versione definitiva. Quando la vidi a cosa mi faceva pensare? Ad una gradevole casalinga inglese."

Per molti quella meravigliosa interpretazione non fu mai uguagliata.

Nel 2004 Clare Torry citò in giudizio sia i Pink Floyd che la EMI per le mancate Royalty dovutele per l'album The Dark Side of the Moon, asserendo di aver contribuito anche artisticamente al brano The Great Gig in the Sky (originariamente accreditato al solo Richard Wright)
All'inizio del 2005 l'Alta Corte di Giustizia britannica riconobbe valide le ragioni della cantante e la dichiarò co-detentrice dei diritti d'autore sulla canzone.
In termini economici fu trovato un accordo extra-giudiziale, del quale non furono mai resi noti i termini.

Il disco è tra i più venduti nella storia mondiale, "The Dark Side of the Moon". In classifica, c'è stato per 700 settimane consecutive, poi è uscito perché la rivista Billboard decise che i dischi vecchi di dieci anni dovevano essere tolti dalle top ten. Ancora oggi vende un milione di copie di cd l'anno.

Sentite per molte volte e più ancora il brano originale e le altre interpretazioni e forse anche voi, come molti di noi, penserete che l'interpretazione di Clare Torry rimarrà unica!!! Grazie Clare!!

fonte e immagini: www.wikipedia.org, www.pagine70.com

back to top

Top of Page